lunedì 26 giugno 2017

A GROTTAFERRATA Stefano BERTUZZI abbandona.


CI VORRANO ANCORA 24 ORE


Elezioni Amministrative 2017
Notizie
Ballottaggio 25 Giugno 2017 - dati affluenza - scrutinio
L'Ufficio Centrale Elettorale si insedia martedì 27 giugno alle ore 9:00 nella sala riunioni del primo piano di Palazzo Grutter - via Garibaldi, 20


Voglio iniziare la narrazione su Grottaferrata parlando dello sconfitto. L'averlo raggiunto a tendenza di risultato già in corso non ha permesso di carpirne le emozioni.

Stefano BERTUZZI 

sarebbe stato sicuramente un buon Sindaco, come lo sarà del resto Luciano ANDREOTTI. Purtroppo anche Stefano  ha pagato colpe non sue. Il LABBRO DI FIRENZE ha travolto ogni argine, portando il partito ad una disfatta epica, quasi paragonabile a quella del

MoVimento NAIF

Per alcune confidenze ricevute, e rappresentando Grottaferrata un EDEN rispetto a qualche altro Comune, posso affermare che sarebbe stata una sindacatura piena di sorprese.

Oggi l'annuncio delle dimissioni non mi coglie di sorpresa. Un qualcosa al riguardo mi sembra avesse farfugliato nel corso di una recente intervista. E fu proprio quella intervista a colpirmi : la disponibilità per me desueta a sinistra. Ma chissà ..... forse questo articolo potrebbe avere clamoroso seguito !

http://angelocristofanelli.blogspot.it/2017/03/faccia-faccia-con-stefano-bertuzzi.html


STEFANO BERTUZZI , l' AZZARDO e il suo EDITTO PRETORIO

http://www.youreporter.it/video_STEFANO_BERTUZZI_l_AZZARDO_e_il_suo_EDITTO_PRETORIO



STEFANO BERTUZZI - I progetti, le risorse e gli ASILI NIDO



ALESSANDRO LELLO PAGNOZZI PAGA I SUOI ERRORI E COLPE NON SUE


DIFETTO DI COMUNICAZIONE ED IL BISCHERO FIORENTINO : UN MIX TERRIBILE


In queste due foto la storia del ballottaggio a ITACSARF


" Alessandro " Lello PAGNOZZI  perde per una differenza di 573 voti. Da dove vengono quei voti ? MISTERO !

Ma non è il solo MISTERO di queste ultime due settimane. Il Consigliere Lello PAGNOZZI porterà con se i nomi di ben 4 ASSESSORI che non furono. Solo del quinto è nota l' immagine e basta. Cosa abbia detto in quella presentazione è privilegio di pochi conoscere. Si e no le 20 persone che possono trovare posto al 
BAR BREGA.

Grazie al mio amico Carlo Conte. Se diventerò sindaco, la sua grande competenza come professionista e tecnico acquisita nella direzione generale della Ragioneria dello Stato, saranno a disposizione di Frascati e dei cittadini. Un assessore al Bilancio che ci permetterà di intercettare fondi e risorse indispensabili per il rilancio della città.

Come l'ex Sindaco Alessandro ATTELLAPS anche il novello 
" Alessandro " Lello PAGNOZZI
ha compiuto il medesimo errore : non ha saputo sfruttare la comunicazione mediale. Più volte sollecitato a presentare la squadra " Alessandro " s'è chiuso boxeristicamente in clinch.

Non meglio è andata sulla 
SCRITTA RAGANA


Se poi ci aggiungi il LABBRO di FIRENZE e la sua passione per i banchieri malandati che ha portato a picco il PD , 18 anni di scorrerie PIDDINE sul territorio tuscolano,  gli appetiti ma sopiti dei  GATTOPARDI , la cojoneria locale e lo stoico spirito di sacrificio del MoVimento che ha rinunciato a raddoppiare la sua presenza in Consiglio comunale viene da chiedersi :

MA COMME AVRIA POTUTO VINCE SSU FREGNA ?


LELLO PAGNOZZI a pochi minuti dalla chiusura delle urne.


E' ROBERTO MASTROSANTI IL SINDACO NOVELLO DI ITACSARF


DOPO 18 ANNI IL PD TORNA ALL' OPPOSIZIONE !



Contro ogni previsione riesce a Roberto MASTROSANTI la REMONTADA.

Sotto di 450 voti circa al primo turno sul competitore 

Lello PAGNOZZI

Roberto è riuscito a capovolgere il verdetto finale e a vincere quasi con la stessa manciata di voti che lo vide sconfitto nel 2014.


SI APRE UNA STORIA GRANDIOSA PER L' OSSERVATORE

Così pochi minuti prima del verdetto finale

Se l'evento ha una valenza storica a ITACSARF, c'è da dire che MASTROSANTI ha trovato un validissimo alleato in

MATTEO RENZI

che con magistrale sapienza ha saputo condurre il PD ad un epico massacro. Non che il partito non ci avesse messo del suo in questi lunghi 18 anni di costante bombardamento di ITACSARF, ma sottovalutare l'aiuto del bischero fiorentino e delle BANCHE VENETE sarebbe fare torto alla storicità dei fatti.

Ma sarebbe altresì mistificatorio negare che il vero artefice del successo e della incredibile REMONTADA  sia stato il

MoVimento 5 STELLE

Se infatti le due corrazzate sono giunte all' ultimo giro pressochè integre nel loro pregresso bottino, l'affluso di parte delle 869 preferenze cumulate dai 16 candidati della lista 5 Stelle ( gli unici voti sui quale può ragionevolmente esercitarsi un certo controllo ) ha determinato il ribaltamento dell' esito finale.


MASTROSANTI GOVERNERA' SUL VELLUTO


Dicevo che si apre un tempo meraviglioso per l' osservatore, ma anche per il Sindaco Novello, che vede una opposizione con le unghie spuntate.

Sarà interessante vedere che tipo di opposizione potrà mettere in campo il PD, che di tutti i danni in epoca GATTOPARDA a ITACSARF è stato l'artefice; ma sarà altresì interessante osservare che tipo di opposizione vedrà all' opera l' eletta del M5S contro quel Sindaco che ha concorso ad eleggere. Non è finita qui. Perchè il MoVimento NAIF  dovrà altresì giustificare al proprio elettorato una scelta politicamente suicida : la vittoria di Lello PAGNOZZI avrebbe infatti comportato l' ingresso in Consiglio comunale di ben 2 consiglieri pentastellati anzichè uno. Ma lo stratega naif è stato grandioso : con una fava ha perso un seggio e vinto 3 gattopardi !

C'è poi tutto e tanto da vedere in ambito

STS

che sia nella formazione AZIENDA SPECIALE, sia nella formazione LIQUIDAZIONE srl vedeva il D.G. ed il LIQUIDATORE seduti affranti nel salotto del Comitato Pagnozzi.

Cosa farà al riguardo il Sindaco Novello ? Azzererà i vertici per sostituirli con ........ ?

Fusse che fusse questo il PREZZO SPECIALE col quale gratificare

I GATTOPARDI ?



Di certo c'è che, come disse il compianto Senatore Severino LAVAGNINI nel 1999, torna il refrain :

FRASCATA' SETE FATTO SSU CAPOLAVORO !



E' ROBERTO MASTROSANTI il SINDACO NOVELLO a ITACSARF 





domenica 25 giugno 2017

Operazione “DOLCE VITA”



COMUNICATO STAMPA Roma, 21.06.2017

GUARDIA DI FINANZA. ROMA: SEQUESTRATI R I NOM A TI RISTORANTI E BAR IN PIENO CENTRO, OLTRE A BENI PER UN VALORE DI 30 MILIONI DI EURO. 




Operazione “DOLCE VITA”

 I Finanzieri del Comando Provinciale di Roma hanno dato esecuzione al decreto con cui il locale Tribunale - Sezione Specializzata Misure di Prevenzione ha disposto il sequestro di rinomati ristoranti e bar situati in prestigiose zone della capitale, oltre a un disco club con brand internazionale, un ipermercato, un’autorimessa, immobili, autoveicoli, beni aziendali, partecipazioni societarie e disponibilità bancarie per un valore complessivo di circa 30 milioni di euro, riconducibili ad un noto imprenditore. Il provvedimento ablativo eseguito dagli specialisti del Gruppo Tutela Spesa Pubblica del Nucleo di Polizia Tributaria di Roma dimostra, ancora una volta, l’efficacia dell’azione sinergica dell’Autorità Giudiziaria e della Guardia di Finanza nell’aggressione ai patrimoni illecitamente accumulati dai soggetti “socialmente pericolosi”. L’odierna attività si inserisce nel contesto di una più ampia indagine coordinata dalla locale Procura della Repubblica e ha consentito di individuare in Aldo BERTI, classe 1949, già noto alle Forze di Polizia e già condannato dal Tribunale capitolino per reati fallimentari, il reale dominus di un articolato sistema societario attraverso il quale ha “schermato”, nel tempo, un ingente patrimonio – del tutto sproporzionato rispetto alla sua capacità reddituale – frutto del reimpiego dei proventi dell’attività delittuosa e, soprattutto, di una pianificata evasione fiscale e contributiva che gli ha consentito di sottrarre al Fisco e all’INPS oltre 50 milioni di euro. Al BERTI è riconducibile, di fatto, la gestione di 23 società, formalmente intestate a compiacenti “prestanome”, le quali, attuando un complesso sistema di partecipazione al capitale, assunzione e dismissione di cariche societarie, nonché fittizie acquisizioni e cessioni di azienda, hanno sistematicamente omesso la presentazione delle dichiarazioni fiscali e il versamento delle ritenute e dell’IVA ed effettuato indebite compensazioni tributarie, per poi cedere il passo, dopo due o tre anni di operatività, a nuovi  soggetti giuridici destinati a replicare lo stesso meccanismo di frode. L’odierna attività ha consentito il sequestro: 
 del capitale sociale e dell’intero patrimonio aziendale di 23 società, gran parte con sede a Roma, operanti prevalentemente nel settore della ristorazione, della somministrazione di alimenti e bevande e della grande distribuzione; 

 di quote di partecipazione al capitale di altre 3 società; 
 di 1 ipermercato; 
 di 9 unità immobiliari; 
 di 1 autorimessa per parcheggio ad ore; 
 di 9 veicoli; 
 di conti correnti e titoli, per un valore complessivo di stima pari a circa 30 milioni di euro. 

I locali sequestrati, alcuni dei quali evocano i fasti della dolce vita romana – di qui il nome all’operazione – sono tutti ubicati in luoghi ad alta frequentazione turistica:

  il Cafè Veneto, di via Veneto; 
 il Barrique, di via Cavour; 
 lo Squisito Chalet, zona Eur; 
 All bi one, di via Cavour, zona Fori Imperiali; 
 Subura Miscela e Fuoco, di via Cavour, zona Fori Imperiali; 
 Toy Room, disco club con brand internazionale, di via Veneto; 
 l’attiguo Franky's Kitchen; 
 lo Squisito Cook, di via del Colosseo; 
 il White Cafè, di via del Tritone; 
 Gustando Roma, di via Cavour;
  Il Molo (ex Bastianelli al Molo), di Fiumicino

e da oggi saranno gestiti da amministratori giudiziari nominati dal Tribunale di Roma.

Comando Provinciale Guardia di Finanza Roma 00141 Roma, Via Nomentana 591 Tel  06.87022372 Fax  06.87022364 2

STS - BAGNO DI SANGUE NOVELLO !


NONOSTANTE LA GUIDA DI UN GRANDE BANCHIERE !

Essere preceduti da grande fama, magari in Banca d' Italia, 
NON SUFFICIT !

Uno dei primo impegni del SINDACO NOVELLO sarà l'acquisto di una macchinario per la TAC




" Vista la deliberazione commissariale con i poteri del Consiglio Comunale n. 21 del 9.6.2017 ed allegati, con la quale è stato approvato il Rendiconto dell’esercizio finanziario 2016 e quello dell’Azienda Speciale STS, prevedendo che dovranno essere eseguite alla data del 31.7.2017 le operazioni di rettifica e allineamento con i dati contabili dell ' Azienda Speciale STS;
Vista la propria deliberazione commissariale con i poteri del Consiglio comunale n. 24 del 23.6.2017, con cui è stato adottato lo schema di “Regolamento per l’esercizio del controllo analogo” nei confronti dell' Azienda speciale multiservizi STS;
Rilevato
- che il Comune di Frascati ,a partire dal secondo semestre del 2015, ha affidato all’ Azienda speciale STS numerosi servizi quali la pulizia degli edifici comunali, l’attività di accertamento e riscossione delle imposte comunali , la gestione del patrimonio comunale, degli impianti sportivi, delle attività museali, dei servizi
cimiteriali, della gestione dei parcheggi, delle farmacie comunali, ecc.;
- che nei quasi due anni di attività l’Azienda 
ha chiuso in disavanzo gli esercizi 
2015 per euro 98.185,72 
 2016 per euro 124.303,44;

- che, ancorché il Consiglio comunale abbia scelto di affidare i servizi di cui sopra alla propria Azienda speciale,dall’analisi dei medesimi servizi individuati nel contratto di servizio in data 29.6.2015 si rende necessario ........ "


Comune di Frascati – Deliberazione del Commissario Straordinario con i poteri della Giunta
n.71 del 23-06-2017

AMEN !

LARGO PENTINI a ITACSARF FOTO DELL' ITALIETTA DEI NOSTRI GIORNI


CHIARITO IL MISTERO DEL GENERATORE CHE NON C'E' PIU'


Se c'è una qualità che mi riconosco, fra i moltissimi difetti di cui sono titolare, è la determinazione con la quale bracco una preda.


I MIRACOLI DELL' ENEL

Se ne sono dette tante sulle motivazioni per le quali un rumoroso gruppo elettrogeno stazionava in via Regina Margherita, disturbando i residenti H24. S'è parlato di un guasto elettrico, di lavori in corso e quant'altro. Nulla di tutto ciò.


Stamattina, con la gentile titolare del bar, ho ricostruito l' accaduto.

S'è trattato, mi dice, di una semplice variazione di utenza per la quale fra il distacco ed il riallaccio passano 4 giorni. A parte che i 4 giorni sono poi debordati, io mi chiedo se è mai possibile che in questo benedetto Paese vada sempre tutto al contrario ?

Ecco dunque che, successivamente alle lamentele dei residenti, al mio filmato e ad un altro articolo della stampa locale, si precipitino sul posto addirittura la COMANDANTE della  POLIZIA LOCALE, la  POLIZIA DI STATO  e la USL.


Mentre la USL sta effettuando dei controlli, la POLIZIA LOCALE intima il distacco del gruppo elettrogeno.

" Ma come ..... stiamo eseguendo dei controlli  e voi ci togliete la luce ! " controbattono, secondo il racconto della titolare, gli incaricati della USL. Sta di fatto che la gentile titolare si spazientisce e ......... si dirige verso il vicino ufficio dell' ENEL per rappresentare l' assurda situazione.

Passano 30 minuti e grazie all' opera fattiva degli addetti del PUNTO ENEL di ITACSARF il problema si risolve. Torna l' elettricità e si rimuove il gruppo elettrogeno.

Così la narrazione dei fatti da parte della titolare che, se corrispondenti al vero, lascia sgomenti.

Il parallelo con la storia della chiusura del MERCATO COPERTO a Itacsarf è evidente.

Scusate ....... ma espletate prima le pratiche burocratiche e poi intervenite ! Ma cosa volete farci ..... non siamo in un paese normale ...................... siamo in 

AILATI




sabato 24 giugno 2017

CARO LELLO, CARO ROBERTO è un mese che attendo !


LUNEDI PROTOCOLLERO' LA RICHIESTA NOVELLA



E per conoscenza la inoltrero' anche al  SINDACO NOVELLO.

E' incredibile che dopo 30 giorni da una richiesta d' incontro, tesa a dirimere un'assurda pretesa, la DIRIGENTE della Polizia Locale ancora non risponda.

Ma la storia di questa pretesa di pagamento della tassa di passo carrabile assume oggi una rilevanza ancor più pregnante.


Oggi che con 1 euro ci si può addirittura comprare 

DUE BANCHE VENETE

capirete bene cosa si può fare ogni anno con ben

90 EURO !


CARO LELLO, CARO ROBERTO

ESTOTE PARATI ...... C'E' GIA' LAVORO PER VOI !

venerdì 23 giugno 2017

BREAKING NEWS - Vogliamo parlare della STS in liquidazione ?


C' E' DA CAPIRE CHI E' A CUMMANNARI A ITACSARF




Passano i giorni, passano i mesi, si alternano un Sindaco ed un Commissario Straordinario; fra pochi giorni avremo un
SINDACO NOVELLO

In questi ultimi 6 mesi abbiamo avuto notizia del PIL 2016 a Stelle e Strisce, del PIL 2016 verde bianco e rosso; abbiamo anche avuto notizie del 1Q 2017 ed il tendenziale 2017 USA, italiano ed europeo.

MA DELLA LIQUIDAZIONE STS NADA DE NADA !

Sicuramente si tratta di una mio deficit informativo, ma nessuno ha saputo colmarlo.

Neppure il bravissimo Commissario Straordinario Bruno STRATI ha saputo diradare la nebbia. Almeno così mi riferisce chi alla Conferenza stampa di FINE MANDATO ha partecipato.

La mie domande sono ora due :

1 - MA CHI E' A CUMMANNARI A ITACSARF ?

2 - ANCHE IL SINDACO NOVELLO SARA' TRAVICELLO ?







giovedì 22 giugno 2017

CHIUDE A ITACSARF IL MERCATO COPERTO


ALL' IMPROVVISO CI SI ACCORGE CHE ERA FATISCENTE E NECESSITAVA 
D' INTERVENTI



Magica burocrazia comunale di ITACSARF !

Dopo aver speso qualcosa come 200.000 per il rifacimento di Piazza delle Scuole Pie, che se fosse rimasta com'era non avrebbe causato alcun danno; dopo aver provveduto alla ristrutturazione  del piano superiore del  MERCATO COPERTO, per creare la nuova STRUTTURA KULTURALE generalmente chiusa
30 giorni su 31 al mese, ci si accorge dell' insalubrità del piano inferiore, questo si utile alla cittadinanza ed aperto al pubblico 
26 giorni al mese !

E così ..... dall' oggi al domani ........

BAMBOLE FRA 10 GIORNI SI CHIUDE !



Che aquile ragazzi !

In pratica hanno acconsentito a che i cittadini frequentassero un luogo insalubre per anni ....... poi si sono svegliati accorgendosi di avere una mani davanti e una dietro !

Dice ....... ma non era forse il caso di mettervi d'accordo su chi ci deve mettere le mani e magari trovare anche i soldi per i lavori che s'hanno da fare ?


MA DE CHE ........ Signora LANDI veda di alzare i tacchi entro 10 giorni ; quanto ai frascatani ........  
I SUPERMERCATI SARANNO FELICI DI RICEVERVI !

Il fatto, tuttavia, non può non prestarsi ad un qualcosa di dejà vu !

Ricordate lo sfratto di un asilo d'infanzia presso lo stabile delle
MAESTRE FILIPPINI ?

Immobile pericolante si disse ...... poi per anni continuò a starci la

MITICA STS MULTISERVIZI  !



CHIUDE IL MERCATO ORTOFRUTTICOLO A ITACSARF

BREAKING NEWS - Dall'ex covo di MARIO sulla conferenza di FINE MANDATO


ANCORA CONFESSIONI DA PARTE DI SANDRO D'ORAZIO



Vuota il sacco Sandro D' ORAZIO. La narrazione avviene in un luogo storico della Frascati amministrativa : l'ex tinello di 
Mario TAMBURRANO.
In questo luogo transitarono tutti i Sindaci degli anni in cui Frascati era la PERLA DEI CASTELLI ROMANI; qui i Sindaci delle città gemellate fecero tappa. Qui, dove negli anni 80 fra amici si festeggiavano le vittorie del VOLLEY FRASCATI, parliamo di un atto relativo al decadimento della nostra città :

LA RELAZIONE DI FINE MANDATO DEL COMMISSARIO
STRAORDINARIO BRUNO STRATI

Abbiamo quindi parlato delle BOLLE DI SAPONE afferenti i terreni di proprietà dei cittadini di Frascati, le incapacità dei sempre proni GATTOPARDI 
alle volontà del partito romano. Ma non solo delle BOLLE di SAPONE s'è parlato..........



BREAKING NEWS -  Dall'ex covo di MARIO sulla conferenza di FINE MANDATO 




mercoledì 21 giugno 2017

SENTENZA ASTRAOTTO - TERZA PUNTATA


CONTINUA LA NARRAZIONE DEI FATTI OGGETTO DI GIUDIZIO

THE MISSION IMPOSSIBLE !



Siamo nell' anno 2002, in vigenza di leggi che solo nel 2005 vedranno delle variazioni ad opera della REGIONE LAZIO con l'emanazione della LR 27/1/2005 n. 6

Io non sono un esperto di queste cose, ma immagino che i contenuti del BANDO per l' ASTA PUBBLICA emanato con Determinazione 2166 del 9/12/2002  siano stati immaginati da un veggente.


ALIENARE : trasferire ad altri la titolarità di un bene; vendere, cedere.
( GARZANTI - pag. 71 )

Per inciso, MAI COMPARE IL TERMINE DIRITTO DI SUPERFICIE se non per una casistica particolare : per chi ha già costruito qualcosa sul sito oggetto dell' ALIENAZIONE

REGIONE LAZIO
LEGGE REGIONALE 27 Gennaio 2005 , n. 6
Modifiche alla legge regionale 3 gennaio 1986, n. 1 (Regime
urbanistico dei terreni di uso civico e relative norme transitorie) e
successive modifiche ed alla legge regionale 6 agosto 1999, n. 14
(Organizzazione delle funzioni a livello regionale e locale per la
realizzazione del decentramento amministrativo) e successive
modifiche. 


L.R. 3 gennaio 1986, n. 1 
(Pubblicata nel B.U. Lazio 20 gennaio 1986, n. 2.
Regime urbanistico dei terreni di uso civico e relative norme transitorie.

Art 6
L'ente titolare può, prima di procedere alla pubblica asta, attribuire la proprietà di singoli lotti agli utenti che detengano gli stessi a qualsiasi titolo e che ne facciano domanda sulla base del prezzo di stima, sempreché l'assegnatario si obblighi a destinare il lotto all'edificazione della prima casa per sé e per la propria famiglia ovvero alla edificazione di manufatti artigianali necessari per lo svolgimento della propria attività. "

Art. 7
Concessione del diritto ad edificare.
[In luogo dell'alienazione di cui al precedente articolo 5, la Giunta regionale può autorizzare l'ente titolare ad effettuare la concessione del diritto ad edificare in favore degli utenti aventi diritto, singoli o riuniti in cooperativa, con i limiti di cui al precedente articolo 6, secondo comma, sempre che le quote in tal modo attribuite costituiscano un unico comparto senza soluzione di continuità. Il canone di concessione deve essere commisurato ad un ventesimo del prezzo di stima. La concessione è data per un termine massimo di trentanove anni ed è riscattabile alle condizioni stabilite dall'ente concedente.

Senza prolungarmi oltre nella narrazione, voglio solo rappresentare qualcosa che nella sentenza non c'è : ovvero la difficoltà, sostenuta in udienza, di una presunta difficoltà dell' amministrazione tuscolana nel tramutare in investimenti ( come previsto per legge ) il corrispettivo della vendita pari a 41.861.627 euro ( base d'asta ) maggiorata del 36% , ovvero valore di base aumentato della percentuale che ha determinato l'aggiudicazione dell' asta.
( qualcuno dice su originari 150.000 METRI CUBI edificabili che poi diventeranno  5/600.000 e da qui la stima di 100.000.000 di euro di valore dei terreni. L' asserzione è in corso di verifica e quindi, per ora, accettata con beneficio d' inventario ) 





UN CAPITOLATO OLTRE OGNI RAGIONEVOLE CAPACITA'


In quel 22 dicembre 2008, quando il Dirigente del II Settore del Comune di Frascati Renato BONOMO ed il legale rappresentante della ASTRAOTTO Ettore ROSBOCH  sottoscrissero la Convenzione, la situazione delle finanze comunali era già nota. La capacità dell' Amministrazione d' incassare i più elementari e TARGATI tributi mostrava tutte le carenze del caso. Se oggi i residui attivi del Comune di Grottaferrata girano intorno ai 16/17 milioni di euro ( pressochè identica dimensione della popolazione ) e Frascati ancora naviga in area 66 milioni un motivo soggettivo ci sarà. O NO ?

NEPPURE QUESTI SEPPERO PORTARE A CASA !


Ma questo i magistrati estensori della sentenza non potevano saperlo ! Dirò di più :  NESSUNO GLIELO HA DETTO !

Neppure chi da questa storia si dichiarava DANNEGGIATO !

Chissà, forse avendolo saputo il verdetto sarebbe stato diverso !



LARGO PENTINI A ITACSARF IMMAGINE DELL' ITALIETTA DEI NOSTRI TEMPI


SU SEGNALAZIONE DI UN RESIDENTE 'A TELEVISIONE E' ANDATA A RACCOGLIERE UNA TESTIMONIANZA


Non voglio entrare più di tanto nella questione. Credo che le attività commerciali vadano favorite pur contemperandone gli orari di esercizio alle esigenze dei residenti. Il resto, il chiasso, i rumori, il lasciare per le strade i resti della movida è questione di civiltà. E l' Italia sta scivolando nel terzo mondo in fatto di civiltà. Il fatto che dopo 5 giorni l' ENEL non sia intervenuta nella riparazione del guasto è tutto dire : in questa Italietta non funziona più nulla !


Anonimo19.6.17
Caro Angelo non so sei venuto a conoscenza del furgone che da 5 giorni staziona in fondo a viale regina margherita con all intermo un grosso gruppo elettrogeno alimentato a gasolio acceso H24 per alimentare il bar di largo pentini che non si sa per quale ragione è rimasto senza corrente.Per noi abitanti della zona sono giornate infernali: rumore insopportabile specie di notte e secondo come tira il vento abitazioni invase da gas di scarico.PRIMA ABBIAMO CHIESTO AL GESTORE DI SPEGNERE IL MOTORE MA CI HA RISPOSTO BRUSCAMENTE evocando fantomatici lavori in corso.Poi abbiamo chiesto l'intervento dei vigili urbani che arrivati hanno guardato e sono andati via Dopo ulteriore richiesta siamo riusciti a far spostare il furgone da largo pentini all'agolo di viale regina margherita ma il disagio è rimassto.Poi abbiamo chiamato i carabinieri la prima volta sono intervenuti sabato mattina hanno redatto un verbale e sono andati via la seconda volta sono intervenuti dietro ns. sollecito ieri intorno alle 12 hanno parlato con il proprietario poi si sono allontanati con lo stesso e intanto il motore continuava a girare .Dopo ho chiesto lumi ai vigili intervenuti a fare viabilità in largo pentini per la festa della musica e mi hanno parlato di competenze dell 'ARPA e della ASL.Ora mi domando è più importante la salute dei cittadini o l'interesse di un privato? Ma le norme antinquinamento ambientale e acustico che impongono anche a un autobus di linea di spegnere il motore oltre i tre minuti di sosta a frascati non valgono? é consentito a un macchinario cosi' grande di operare all'interno di un furgone? Non potrebbe prendere fuoco? Sono presenti all'interno del furgone estintori sufficienti a spegnere un eventuale incendio? Quella vasta area bianca presente fuori dal furgone da cosa è prodotta? D'altronde stiamo parlando di un bar del quale se ne potrebbe benissimo fare a meno e non di una farmacia o di uno studio medico! Scusa lo sfogo ma intanto il motore continua a girare....

E 'A TELEVISIONE è andata a testimoniare !




BREAKING NEWS - MA GLI ASSESSORI A ITACSARF QUANDO CE LI PRESENTATE ?


SOTTO PRESSANTE INTERROGATORIO SANDRO    
D' ORAZIO QUALCOSA DICE

Tutti condannati a 9 mesi. Finisce così uno dei processi nati dall’inchiesta sugli appalti per i cosiddetti Grandi eventi.



Hanno criticato il M5S da destra e da manca
ma sulla TRASPARENZA siamo ad anno zero !

Dopo essersi presentati i CANDIDATI SINDACO perchè i due contendenti non ci annunciano la loro squadra ?

Ho rivolto questa domanda a Sandro D' ORAZIO nel corso dell' interrogatorio e la risposta avuta non è che mi convinca assai.

Troppe volte dietro la voce competenza, alto profilo e alta qualità abbiamo visto rifilare qualche " sòla " come mai prima della

GATTOPARDI AGE

s'era visto da queste parti. Distrattori di fondi, esperti in allegra gestione, banchieri di clara fama titolari di encomi presso la Banca d' Italia, mogli indagate a San Marino, suonatori di fanfare alla prima sentenza ( a prescrizione maturata o maturanda ) a Itacsarf non ci siamo fatti mancare nulla.

E DULCIS IN FUNDO.....


 .
 È stato gentiluomo di sua santità e consultore della Congregazione per l'evangelizzazione dei popoli della Santa sede dal 1995 sino al 4 marzo 2010.


Restano confinati nel silenzio il  
LAVORI DI RIPRISTINO DEI LOCALI DEL VALADIER
per i quali 46 revisioni di prezzo non sono bastate a smuovere le lingue di una classe di sedicenti politici.

Angelo Balducci News - Il Fatto Quotidiano
Appalti G8, Cassazione conferma condanne a Balducci, De Santis, Fusi e Piscicelli per la scuola Marescialli



Ora capirete perchè conoscere prima la squadra non sia una pinzellacchera di poco conto. Ti mette al riparo da possibili intrusione di import dall' estero.






BREAKING NEWS 4 - Ma gli assessori chi sono ?




https://www.youtube.com/watch?v=dKRPfruyNwU












Dal PAGNOZZI un primo, parzialissimo assaggio è pervenuto; ma il resto della squadra e quella di MASTROSANTI quando ce la faranno conoscere ?





http://sna.gov.it/fileadmin/files/docenti_TEMP/CV/CV_15/CV_Conte.pdf